Print this page

Sperimentazione CLIL - Why CLIL?

La sperimentazione che l’istituto Mozart mette in atto quest’anno, con la disponibilità e la competenza dei docenti curriculari delle discipline Storia, Geografia, Educazione Civica, Arte e Musica, in compresenza con le docenti di lingua inglese, ha come obiettivo indurre maggiore motivazione verso l’apprendimento dei contenuti delle discipline scelte attraverso l’uso veicolare della lingua inglese.

Why?

La ragione di questa sperimentazione risiede nella fiducia e nelle capacità degli studenti delle  classi prime e nelle strategie professionali dei docenti. Le Indicazioni Nazionali per il Curricolo della scuola dell’Infanzia e del primo ciclo di istruzione auspicano il pluriliguismo ed ambienti di apprendimento autentici per esercitare l’attitudine degli studenti a “fare con la lingua inglese”, a divertirsi scoprendo vocaboli e codici linguistici nuovi. La metodologia CLIL è grande sfida per tutti, in quanto implica apprendimento continuo, aggiornamento e flessibilità, un’apertura al dialogo e al confronto sia all’interno della scuola che all’esterno, rappresentando anche una spinta verso progetti europei di mobilità. Nei corsi CLIL i docenti di discipline non linguistiche e di lingua straniera collaborano per programmare, selezionare contenuti, progettare unità didattiche costruite sulle competenze linguistiche degli studenti e valutarne gli esiti in maniera congiunta.

How?

L’idea è di proporre strategie di insegnamento mediante le quali attivare tutte le facoltà intellettive degli studenti che coinvolgano simultaneamente il metodo didattico e l’ambiente di apprendimento, dove le differenze di ognuno diventano una risorsa, non un limite ma un vantaggio per gli altri.
L’obiettivo della sperimentazione è proporre attività multi sensoriali, che coinvolgano e diano a tutti la possibilità di apprendere al meglio, promuovendo i valori della” Staffetta”  utilizzando l’approccio comunicativo, e l’approccio umanistico-affettivo. Le sezioni partecipanti 1G in sede Centrale e 1I nella sede di Via Cles sono i protagonisti di tale sperimentazione, le programmazioni disciplinari saranno sapientemente integrate seguendo un iter condiviso: si parte col presentare agli alunni l’argomento di discussione  attraverso il warm up , a cui fa seguito lettura ed ascolto di semplici testi, authentic material, supporto di immagini, slides, video relativi all’argomento.  L’insegnante condurrà i propri studenti ad impadronirsi di termini,  lessico specifico, concetti, realtà, avviando una generale discussione di classe su cose già note e altre sconosciute allo scopo di far acquisire dapprima una comprensione generale dell’argomento per poi passare alla comprensione dettagliata di vocaboli e strutture. La conversazione per comunicare messaggi e scambio di informazioni sarà l’obiettivo finale di tale percorso.

CLIL is a chance more for student, an opening of education to real life.